La politica estera di Donald Trump sta tutta, da mesi, in questa prece: “Dacci oggi le nostre sanzioni quotidiane, o i nostri dazi”. Dovunque ti giri, un nemico lo trovi. Placati i bollori con la Corea del Nord, il magnate presidente ha cominciato a prendersela a destra e a manca: sanzioni all’Iran, nuovo ed eterno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il ricatto Nato e lo spettro di Putin &C.

prev
Articolo Successivo

Chris Collins, il deputato vicino a The Donald rinuncia alla rielezione

next