Non si processano i sentimmenti, e l’odio è uno di questi. Meglio un lungo percorso culturale per riconoscere e rispettare le diversità. Massimo Fini, scrittore ed editorialista del Fatto Quotidiano, lo sostiene da tempo e nel merito accoglie la proposta del ministro Fontana, pur partendo da basi diverse: “Sono assolutamente d’accordo”. Perché? Abbiamo ereditato dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Idea pericolosa. Il fascismo leghista è ormai esplicito”

prev
Articolo Successivo

La trappola dell’identità

next