Di sicuro, decisioni non ne sono state prese, né potevano esserlo, perché questo inedito pre-Vertice Ue, con 16 Paesi su 28 e le istituzioni comunitarie, aveva un carattere informale. Ma l’appuntamento, che poteva rivelarsi una “polveriera”, è almeno servito da utile “sfogatoio”. Prima c’erano stati scambi di accuse virulenti, anche personali. Con l’Italia a litigare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Cattiveria 2506

prev
Articolo Successivo

“I rifugiati devono diventare un problema di tutta la Ue”

next