Su Cannes sventola bandiera italiana. Marcello Fonte migliore attore per Dogman, Alice Rohrwacher laureata, ex aequo, per la sceneggiatura del suo Lazzaro felice. Ma non ci sono solo loro sul palco del Grand Théâtre Lumière, a premiarli Chiara Mastroianni e “il dottore, commendatore” Roberto Benigni, che travolge la cérémonie de clôture con il suo francese […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Una festa per le Markle di periferia che una volta sognavano la pelle bianca

prev
Articolo Successivo

Zoncolan, Froome s’impone sulla montagna più dura. Yates ancora in rosa

next