Per essere più credibile in qualche caso si è fatta precedere dalla telefonata di un uomo che diceva di essere Raffaele Cantone. Perché lei, l’avvocato Maria Virginia Cantone, 53 anni, su quella omonimia ci aveva costruito una carriera di professionista della truffa. Presentandosi come sorella del presidente dell’Anac e in quanto tale destinataria di “un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)