Nonostante l’Ecofin sia diviso, con alcuni ministri critici sull’interpretazione morbida delle regole di bilancio da parte della Commissione europea, l’Italia dà per incassata quella flessibilità che aveva chiesto a luglio e su cui Bruxelles finora “non ha fatto obiezioni”, come ha rilevato il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan dopo le riunioni di Lussemburgo. Oltre all’addio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Classifica Facebook Top Newspapers 2017: il Fatto primo tra gli italiani

prev
Articolo Successivo

Usa, il Vietnam di Trump si chiama riforma fiscale

next