Giornalisti che scrivono gialli. Sono tanti. Alcuni ci sanno fare e tengono bene il ritmo, come Vincenzo Cerracchio e Rosa Teruzzi. Il primo è un giornalista romano del Messaggero, grande tifoso della Lazio. Lo sparo nel buio, questo il titolo del suo libro, è un riuscito legal-thriller d’antan, nell’Italia degli anni Venti del secolo scorso, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Bobi Bazlen, il genio che cercava nei libri il “suono giusto”

prev
Articolo Successivo

Donne contro le donne: in morte dell’unico uomo

next