Morire durante la partitella di calcetto, l’uscita in bici con gli amici, l’allenamento in palestra. Capita troppo spesso in Italia: la tragedia dell’ex nuotatore Mattia Dall’Aglio è solo l’ultimo caso di una lunga serie. Negli ultimi 10 anni oltre 1.100 persone sono decedute per arresto cardiaco mentre facevano sport. Praticamente una ogni tre giorni. Perché […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Perdonaci papà Coen, per il fascismo che ritorna

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next