cose nostre

“Pupari e Stato nell’horror show di via D’Amelio”

Processo Borsellino-4 - Le parti civili e i depistaggi sulla strage “Perché Spatuzza e il falso pentito Scarantino dicono cose simili?”

14 Gennaio 2017

Se in via D’Amelio c’è stato un “depistaggio a più voci”, come hanno detto gli stessi pm di Caltanissetta, non si tratta delle sole voci del balordo Vincenzo Scarantino, e dei suoi compari Calogero Pulci e Francesco Andriotta, che furono “palesemente eterodiretti” da una regia collocata “in alto”: è la tesi dell’avvocato Rosalba Di Gregorio, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui