Pioggia e freddo sulle tendopoli del terremoto. La situazione è allarmante, soprattutto per le centinaia di famiglie che hanno scelto di vivere nelle tendopoli. Nei paesi di montagna rasi al suolo dal sisma del 24 agosto nel Lazio e nelle Marche, l’inverno arriva prima e viaggia più veloce della burocrazia dell’emergenza che non è ancora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Filmate e divorate dal Web: Tiziana, Carolina e le altre

prev
Articolo Successivo

Dopo la rabbia, le minacce: scortati autista e dirigente

next