» Primo Piano
sabato 16/07/2016

Uccidi l’infedele, con ogni mezzo

Ieri i grandi commando organizzati, oggi i feroci lupi solitari con obiettivi e comportamenti primitivi: l’involuzione del terrore islamista ne aumenta l’impatto
Uccidi l’infedele, con ogni mezzo

Quando tutto cominciò, alla fine della seconda guerra del Golfo nel 2003, l’Occidente temeva il gas mostarda e le “bombe sporche” nucleari. Ma le armi di distruzione di massa erano una truffa anglo-statunitense, gli arsenali di Saddam non esistevano, il dittatore venne impiccato. Poi si cominciarono a temere le autobombe e le valige piene di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Primo Piano

Telegram, piattaforma del jihadismo “social”

Primo Piano

Gli emuli di Atta e gli speronatori palestinesi

Con la legge Madia più concorsi fasulli
Primo Piano
In Tv

Con la legge Madia più concorsi fasulli

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×