Tutti i depistaggi: dall’incidente stradale all’autopsia fasulla

Le feroci torture negate contro l’evidenza, le promesse di Al Sisi e le missioni inutili degli inquirenti italiani
Tutti i depistaggi: dall’incidente stradale all’autopsia fasulla

L’unica cosa certa è che sono morti tutti. La vittima e i suoi “presunti” carnefici. Giulio Regeni e i cinque “banditi” uccisi dalla polizia egiziana durante un blitz. Per il resto, ancora una volta, nonostante promesse, vertici, interviste, dalle acque del Nilo si alza solo nebbia. La verità è negata. A chi la invoca, la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.