L’Ocse vede nero: l’Italia fanalino di coda tra i big europei

L’Ocse vede nero: l’Italia fanalino di coda tra i big europei

Fra Brexit, incertezze sul commercio globale e la minaccia di una bolla finanziaria, l’Italia tira dritto con una crescita dell’1% da qui al 2018. Ma resta inchiodata, per l’Ocse, ai livelli più bassi fra le economie avanzate. Con prezzi alla produzione a gennaio in aumento del 2,5%, il massimo in quattro anni, che fanno sperare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.