Lo spettro di Karl Marx sulla sinistra anti mercato

Senza concorrenza le forze produttrici si sviluppano pochissimo e i beni comuni tendono a essere distrutti. Il capitalismo non è il male assoluto
Lo spettro di Karl Marx sulla sinistra anti mercato

Oggi sembra indispensabile entrare in merito ai fondamenti politici della questione delle posizioni anti-mercato che sembrano diffuse da noi tra gli urbanisti e gli ambientalisti, il M5S, la Lega, la sinistra a sinistra del Pd, e paradossalmente nel mondo anche nelle nuove destre “sovraniste”, per queste ultime con alcune connotazioni razziste (il massimo consigliere di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.