L’azienda sotto accusa e le scatole cinesi: così nessuno pagherà

La Miteni - L’impresa veneta, in crisi e controllata dal Lussemburgo, rischia un conto da un miliardo
L’azienda sotto accusa e le scatole cinesi: così nessuno pagherà

La Miteni, l’azienda di Trissino (Vicenza) ritenuta dall’Arpav la principale responsabile dell’inquinamento da Pfas, è una “scatola vuota” che ha “chiuso i bilanci degli ultimi dieci anni sempre in perdita”. Greenpeace entra a gamba tesa nel dibattito sull’emergenza ambientale e sanitaria da sostanze perfluoroalchiliche in Veneto, mentre cresce lo scontro politico tra Roma e Venezia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.