La nobiltà nel vino

La nobiltà nel vino

Gelasio Gaetani d’Aragona Lovatelli è prima di tutto un dandy. E lo è in quella sfumatura delineata dall’inventore della categoria, Beau Brummell, ossia che lo spessore aristocratico sta più nello spirito che nella lunghezza del cognome. Lui, che discende da un’importante famiglia nobile italiana – nel suo albero genealogico ci sono tre papi, tra cui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.