» Mondo
giovedì 06/04/2017

La morte come propaganda 150 anni di terrore russo

Dagli zar a Putin, Rivoluzione permanente
La morte come propaganda 150 anni di terrore russo

Dalla Russia con terrore. “Il terrorista è nobile, terribile, irresistibilmente affascinante perché combina su di sé due sublimi vette della grandezza umana: il martire e l’eroe. Dal giorno in cui giura, dal fondo del cuore, di liberare il suo popolo e la sua patria, sa che è votato alla morte”: sembrerebbe un editto del califfo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Mondo

Poi c’è l’Italia: né con Washington né con Mosca

Vignette

La vignetta di Vauro del 06/04/2017

Venezuela colonia cubana tra ideologia e petrolio
Mondo
La storia

Venezuela colonia cubana tra ideologia e petrolio

di
Il risveglio degli abusati dai preti argentini
Mondo
La polemica

Il risveglio degli abusati dai preti argentini

di
“Sette anni dopo, sindrome siriana in Libia”
Mondo
La storia

“Sette anni dopo, sindrome siriana in Libia”

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×