Il coraggio di mettersi in gioco: il filo rosso che lega Beha a Simeoni

L’ex campione italiano sarà premiato oggi, nell’ambito del primo memorial per il nostro collega Oliviero
Il coraggio di mettersi in gioco: il filo rosso che lega Beha a Simeoni

Sarà una scultura del maestro Andrea Trisciuzzi il premio del Memorial Oliviero Beha. L’opera che rappresenta una bicicletta stilizzata e andrà a Filippo Simeoni, ex corridore professionista, negli anni che vanno dal 1995 al 2009, campione italiano nel 2008. Un’opera stilizzata molto bella, che, sembra giocare attraverso tratti semplici ed essenziali con la luce e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.