Fintech, l’Italia segua la via inglese per sviluppare la nuova finanza

Dopo Brexit, Roma può intercettare parte degli investimenti nelle nuove imprese che creano prodotti, servizi e infrastrutture per investire. Ma da Londra copi regole semplici, incentivi e risorse
Fintech, l’Italia segua la via inglese per sviluppare la nuova finanza

Antonio è un brillante ragazzo italiano, laureato con lode in Bocconi che voleva fare una esperienza in una start up: “Dopo aver ricevuto varie offerte di lavoro tra start up e aziende più solide su Londra, la Brexit le ha spazzate via in una notte”. Alcune start up gli hanno scritto che con l’attuale incertezza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.