Da Almaviva a Gepin, i lavoratori vittime dei cambi di appalto

C’è chi attende risposte da chi ha vinto la nuova gara (e dal governo) e chi ha dubbi sull’assunzione perché le norme cozzano

Sono settimane che 352 lavoratori ex Gepin, società di call center, attendono una convocazione al ministero dello Sviluppo economico. Esattamente da fine gennaio, quando il Tar ha riportato lo spettro dei licenziamenti. Sullo sfondo, la gara per il servizio di customer service di Poste Italiane, prima assegnata a tre aziende (che avrebbero riassunto tutti gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.