Commissari e pm, le armi improprie della Banca d’Italia

Lo scontro su un piccolo istituto piemontese dimostra come Via Nazionale sia pronta a tutto per il risiko di aggregazioni
Commissari e pm, le armi improprie della Banca d’Italia

Con le banche grosse e amiche la vigilanza della Banca d’Italia si è mostrata distratta o rispettosa. Con le piccole o non amiche è stata più volte aggressiva o addirittura spietata. Il caso della Banca di credito cooperativo di Bene Vagienna, Comune di 3.600 abitanti a metà strada tra Cuneo e Alba, è esemplare. Su […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.