Caltagirone scippa la cassa agli azionisti di minoranza

Il titolo del gruppo editoriale fu collocato nell’estate del 2000 a 18 euro, ora il costruttore romano ne offre 1. Un prezzo che non rispecchia i valori di bilancio
Caltagirone scippa la cassa agli azionisti di minoranza

Viene descritto da anni come fra i più ricchi e influenti industriali in Italia, con un patrimonio stimato superiore ai 2 miliardi di euro. Eppure quando c’è da aprire il portafoglio anche Francesco Gaetano Caltagirone ha qualche problema. Poco più di una settimana fa il gruppo ha annunciato l’intenzione di togliere dal listino della Borsa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.