Antiterrorismo alla Alfano: adesso i pm alzano la voce

“Attentati sventati” e “finanziamenti all’Isis”: i magistrati non ne sanno nulla. Lettera di Spataro condivisa da altre Procure. Roberti al ministro: “Prima indagare, poi comunicare”
Antiterrorismo alla Alfano: adesso i pm alzano la voce

Non ha dubbi, Franco Roberti: “Le indagini prima si fanno, poi si comunicano”. Al procuratore nazionale antiterrorismo non è piaciuto che il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, abbia annunciato l’esistenza di una “pista pugliese” nelle indagini sul terrorista di Nizza prima che ne fosse informata la Procura nazionale. “C’è stato un ritardo di qualche ora nelle comunicazioni […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.