Affari, voto di scambio, truffe. È l’Assemblea degli inquisiti

Regione Siciliana - Tra gli eletti del novembre 2017 ben dieci nei guai con la giustizia penale o contabile: dalle spese pazze al riciclaggio
Affari, voto di scambio, truffe. È l’Assemblea degli inquisiti

Il primo fu Cateno (nomen omen) De Luca, finito ai domiciliari a 48 ore dal voto per un’evasione fiscale di 1,7 milioni di euro: su Facebook scrisse che sapeva di essere arrestato e offrì ai suoi amici social “il caffè del galeotto”. L’ultimo è Luca Sammartino, enfant prodige catanese del Pd, inciampato su un video […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.