Accoglienza in Libia otto centri-prigione per 10mila disperati

La mappa dei lager - Violenze e condizioni disumane per i migranti ammassati in strutture fatiscenti. Alcuni non vengono registrati
Accoglienza in Libia otto centri-prigione per 10mila disperati

Migranti spostati da una prigione all’altra per limitare il peso del sovraffollamento, altri parcheggiati in strutture temporanee fatiscenti. Centri di detenzione aperti e poi chiusi a causa di violenze e sopraffazioni. Episodi all’ordine del giorno ormai dentro le strutture ‘ufficiali’, quelle cioè dove le organizzazioni internazionali possono entrare con dei progetti di accoglienza, assistenza e, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.