L'intervista

La linguista Cristalli: “I femminili nella Treccani, un punto di partenza”

"Parla bene pensa bene" - Nel suo dizionario, si affrontano i temi delle identità: “Le nuove adolescenze su questi temi sono molto più attente. Fluidità riguarda anche gli adulti, perché fa riferimento a tutte le dimensioni nelle quali una persona sperimenta il proprio essere. Il linguaggio inclusivo non significa usare sempre lo schwa, mettere l’asterisco o la chiocciolina. Non bastano solo le parole, ma la responsabilità comunicativa”

20 Settembre 2022

“Ace”, “agender”, “deadnaming”, “intersessuale”, “omoromantico”, “pansessuale”, “schwa”, “travestitismo” : sono solo alcune delle voci del “piccolo dizionario delle identità” – dal titolo Parla bene pensa bene (Bompiani editore) –, scritto dalla giovane docente, formatrice, linguista e collaboratrice della Treccani Beatrice Cristalli. Che spiega come non esista un linguaggio inclusivo perfetto e definitivo (“Non uso sempre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.