Addio green

Parigi riaccende il carbone, ma il futuro è il nucleare (altro che rinnovabili)

Energia francese - La centrale a carbone di Saint-Avold in Lorena - chiusa appena il 31 marzo scorso - rientrerà in funzione a ottobre per il timore dello stop al gas da Mosca. Lo scopo è  aumentare le scorte di metano per l'inverno. Ma la Francia punta tutto sull'atomo. Il 69% dell'elettricità proviene dai reattori, anche se datati e mal messi: 28 su 56 sono fermi, 13 hanno problemi di corrosione

Di Luana De Micco
19 Luglio 2022

La centrale a carbone di Saint-Avold in Lorena, poco lontano da Metz – una regione che negli anni 60 veniva chiamata il “Texas francese” – è stata chiusa appena il 31 marzo scorso, ma dovrebbe già rientrare in funzione a ottobre per far fronte a eventuali carenze di energia durante l’inverno. Lo ha confermato il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.