L'impatto del Covid

FT: la logistica via mare potrebbe non tornare più alla normalità

Baricentro spostato - Il 90% delle merci sono trasportate su nave, ma dallo scoppio della pandemia si è verificato un intasamento dei porti e dei magazzini di stock di tutto il mondo, che ha mandato le aziende di molte filiere di produzione dell'Asia e dei Paesi meno sviluppati. Ora tutti si chiedono se l'ingorgo potrà sbloccarsi nel 2022, ma ci sono molti dubbi al riguardo. Diversi operatori ritengono che il nuovo assetto del commercio globale stia lasciando indietro i più poveri

Di Harry Dempsey
17 Gennaio 2022

Bob Biesterfeld sa bene quanto può essere grave la crisi della catena di approvvigionamento globale: al porto di Los Angeles e Long Beach, i suoi trasportatori stanno ancora scaricando dai container i costumi di Halloween del 2021. Biesterfeld dirige la CH Robinson, il più grande broker della logistica del Nord America e, per lui, l’ammasso […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui