Riecco Domenico Scilipoti Isgrò. Lo ricorderete, eroico responsabile nel 2010: eletto con Antonio Di Pietro, si scoprì berlusconiano dopo una rapida analisi di coscienza e salvò il fragile governo del Cavaliere. Ne ricavò un seggio al Senato per la legislatura successiva. Oggi, più modestamente, combatte l’oblio a Terme Vigliatore, il paese di sua mamma: 7.241 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Bertolaso? Non so chi sia. Io sono in lista per mio figlio disabile”

prev
Articolo Successivo

Così la Lega ha sfrattato il Festival economia di Trento: organizzazione tolta all’editore Laterza, arriva Il Sole 24 Ore

next