Ora sulla Giustizia è partita vera, è trattativa che confina con il duello. Un misurarsi tra due uomini, Giuseppe Conte e Mario Draghi, e tra due diverse visioni delle cose, del potere. Da una parte il capo prossimo venturo del M5S, che chiede di far slittare al 2024 l’entrata in vigore della controriforma Cartabia, e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

“Sui reati di genere, viola gli accordi di Istanbul”

next