Il battesimo dell’acqua fu propizio. “Ero piccolo”, ricorda Renzo Rubino. “Mio nonno Lino mi portò in barca con i suoi amici. Con la fortuna dei neofiti, fui l’unico a prendere pesci. Lì mi innamorai della navigazione. Io vengo da Martinafranca, in collina. Scendere al mare era un regalo. Nonno mi offrì una lezione di vita: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Pago pure il Fatto”: proposta indecente dall’uomo di Renzi

prev
Articolo Successivo

Quando Agnelli beccò la Ekberg con l’amante: “Ah, mi fa piacere… ”

next