“Ma il gip quante cose deve fare? È già schiacciato così come sta, ora sarà anche peggio”. Alfonso Sabella nella sua lunga carriera in magistratura, dalla caccia ai latitanti a Palermo al Riesame di Napoli dove è ora, è stato, sempre a Napoli, anche nell’ufficio del Gip (Giudice per le indagini preliminari). Ed è qui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Grazie Mario” È colpa di Virgi

prev
Articolo Successivo

Giustizia, Conte confida nell’asse con Pd e Leu per “fermare” Draghi

next