La cornice scelta – gli Studios di Cinecittà a Roma – è assai suggestiva. Serve ad ammantare di retorica da “dopoguerra” il messaggio pensato per la passerella tra Ursula von der Leyen e Mario Draghi: il Piano nazionale di ripresa (Pnrr), approvato ieri dalla Commissione e presentato in pompa magna, è reso “irripetibile” soprattutto per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Licenziamenti: ecco il decreto di Chigi con i blocchi selettivi

prev
Articolo Successivo

Uefa, l’assist di Merkel contro la finale a Londra

next