Il mattino del 3 giugno Camilla Canepa aveva partecipato alla festa per la fine dell’anno scolastico. Si preparava alla maturità, insieme ai suoi compagni dell’Istituto tecnico in memoria dei morti per la patria di Chiavari. Quello stesso pomeriggio, però, si sente male, all’improvviso. Viene accompagnata dai genitori al pronto soccorso di Lavagna. Ha dolori alla […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

I piromani pompieri

prev
Articolo Successivo

Figliuolo: 100 giorni, nessun rendiconto e una norma ad hoc

next