La Colombia brucia ancora. A fuoco stazioni di polizia, autobus e palazzi, barricate bloccano le strade nelle maggiori città mentre si ripetono saccheggi ai negozi. Sono 24 i morti, ottocento persone sono rimaste ferite negli scontri con l’esercito, almeno 87 gli scomparsi. Gli scioperi colombiani iniziati a fine aprile scorso non sono ancora finiti: continuano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Le Olimpiadi di Sochi, gli affari degli 007 e un manager in fuga

prev
Articolo Successivo

Per un pugno di acciughe: Parigi e Londra ai ferri corti

next