Sono due gli aspetti che la Procura di Roma intende verificare nell’ambito dell’indagine sulla diffusione di verbali secretati degli interrogatori resi da Piero Amara, ex legale esterno dell’Eni già coinvolto in diverse indagini, ai magistrati milanesi e poi arrivati nei mesi scorsi ad alcune testate giornalistiche e al Csm. Da una parte i magistrati vogliono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

FedEx, gli operai Cobas occupano la sede del Pd al Nazareno

prev
Articolo Successivo

Il Tribunale vuole chiarezza su Amara

next