Apartire dalla prossima settimana, molti dipendenti statali che oggi operano da casa potrebbero essere costretti a tornare in sede. O quantomeno non ci sarà più l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di garantire lo smart working ad almeno il 50% degli addetti che possono svolgere le loro mansioni anche a distanza. Lo ha deciso il ministro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Lavoro a distanza, lo scontro del futuro

prev
Articolo Successivo

Ok al Recovery dopo l’ultima lite con le Regioni. Oggi a Bruxelles

next