“Finivo sempre in fondo alla classifica”. Arisa, non le credo. È così. Il mio debutto fu al concorso Piccoli Fans, a Pignola, in Basilicata. Cantai Fatti mandare dalla mamma. Avevo tre anni e mezzo. Le cuginette, per consolarmi, mi regalavano bamboline. Si è rifatta con gli interessi. Non mi prendo mai sul serio, quando scrivo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Maledetta rivoluzione Rossa

prev
Articolo Successivo

“Al vernissage con Gor’kij Majakovskij fa il cavallo sbronzo e sbraitante: è un giullare come Lenin”

next