Per qualche settimana è stato a guardare, Dario Franceschini. Ha aspettato che le prime crepe nella maggioranza e le prime difficoltà del governo Draghi emergessero in superficie. Così come ha dato tempo a Enrico Letta di ambientarsi al Nazareno. Ma ora è pronto a rimettere in piedi il suo progetto politico originario. Ovvero, la maggioranza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Ancora troppi contagi. Ai Länder tedeschi il “freno d’emergenza”

prev
Articolo Successivo

“Informa Salvini” Macina (5S) apre il caso Bongiorno

next