Degli anni della guerra del sottotenente del 5° Reggimento Alpini Carlo Emilio Gadda conoscevamo finora il giornale che egli tenne dal 1915 fino al 1917, quando venne fatto prigioniero a Caporetto e portato in un campo in Germania, e alcune lettere alla madre e alla sorella Clara. Adelphi pubblica oggi le lettere inedite tra Gadda […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Casanova e altri libertini. Venezia, Illuministi ed eros

prev
Articolo Successivo

Li chiamavano “matti”… Ma erano solo poveracci

next