L’unico indizio è la permanenza di Roberto Speranza al vertice del ministero della Salute, la motivazione è quella con cui il professor Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, ne aveva invocato la riconferma sulle colonne di questo giornale: “Speranza ha ora conoscenze che chiunque altro dovrebbe acquisire con tempi necessariamente lunghi in una […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Catto-complotto contro Conte: mani sui fondi Ue

prev
Articolo Successivo

Mezza Italia con l’incubo varianti e in Umbria dilaga la “brasiliana”

next