Quarantotto ore per trovare “costruttori” che sostengano il governo. Altrimenti si andrà in aula provando a superare lo scoglio del voto sulla relazione del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede sfruttando qualche assenza tattica di renziani e forzisti in bilico. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – assediato da una parte del Pd e da Bruno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Vaccini, l’Europa ora segue l’Italia: “Facciamo causa su tagli e ritardi”

prev
Articolo Successivo

La foto ridens degli Italovivi: quelli bravi a comunicare

next