Ameno di due minuti dalla Porta di Brandeburgo, nel centro di Berlino, sorge il Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa: 19mila metri quadrati su cui sono disposti in verticale a griglia 2711 blocchi rettangolari di cemento di diverse altezze. Sebbene a molti ricordi un cimitero, non ci sono iscrizioni, date, nulla: è un monumento astratto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Il disprezzo e l’oblio italiani per il mito Garibaldi&Anita

prev
Articolo Successivo

Estetica e politica. Dai carri armati di Budapest ai ritocchini: andate a votare, ma turatevi il naso

next