Che straordinario senso del ridicolo hanno i leader della destra che gridano allo scandalo. In aula Giorgia Meloni e Matteo Salvini hanno alzato il volume della retorica, strillando per il “mercimonio” e la “squallida compravendita” dei parlamentari in soccorso al governo. Si sottovalutano: sono entrambi cultori della materia, praticano il calciomercato della politica con talento […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Liliana Segre ha fatto l’opposto dei distruttori

prev
Articolo Successivo

“Conte è meglio di Renzi: è umile, ci ha chiesto aiuto”

next