“Il ministero della Salute ha fatto passi da gigante rispetto al 2006, la bozza del nuovo piano pandemico 2021-2023 è un grande salto di qualità. Ma ci sono direttive internazionali non recepite fino in fondo”, osserva l’ex generale Pier Paolo Lunelli, esperto di guerra chimica e batteriologica, autore del rapporto che afferma che l’Italia avrebbe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Astrazeneca, primo passo per il via libera al vaccino. Oggi le nuove restrizioni

prev
Articolo Successivo

“Aliquota di riserva”, l’elenco antifrode per le scorte vaccinali

next