Una letterina per farsi lasciare, infarcita di paradossi. Il messaggio pubblico di Matteo Renzi per Giuseppe Conte andrebbe raccontato parola per parola, per metterne in luce contraddizioni, provocazioni, perdite di senso e di coerenza. Renzi diserta i tavoli di governo per giorni e poi scrive le sue richieste su Facebook, “per trasparenza totale”. Ci vuole […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Crisi & nomine: il gioco preferito dell’ex premier

prev
Articolo Successivo

I have a dream: vaffa al bullo da ‘Giuseppi’

next