La consulta

Mafia, legittimo il divieto di rito di abbreviato

Di a.masc.
20 Novembre 2020

La Corte costituzionale salva la norma voluta dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che impedisce di accedere al rito abbreviato, e quindi di avere automaticamente la pena scontata di un terzo, agli imputati per reati commessi dopo il 20 aprile 2019, che prevedono l’ergastolo: dalle stragi mafiose e terroristiche agli omicidi e sequestri di persona […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.