Come previsto dall’accordo del 2017 con la Commissione Ue, il governo italiano si prepara a uscire dal capitale di Mps. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte l’ha sancito l’altroieri, firmando il decreto per autorizzare la scissione dei crediti deteriorati del Monte trasferiti ad Amco. Ma seppellire il cadavere della banca di Siena costerà ai contribuenti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

I Benetton vogliono più soldi: “L’offerta per Aspi non basta”

prev
Articolo Successivo

“Romeo me lo portò l’amico di Renzi sr.: voleva finanziare il Pd”

next