“Se va vanti così l’Alta velocità non avrà più un concorrente privato”. Gianbattista La Rocca, ad di Italo, la società dei treni veloci, da settimane conduce una battaglia sotterranea. Chiede al governo di equiparare l’Av al resto dei trasporti nelle linee guida anti-Covid e permettere una capienza fino all’80%. Oggi sono fermi al 50. Martedì […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La roulette dell’antinfluenzale: “Serve”. “No, abbassa le difese”

prev
Articolo Successivo

Mini lockdown a La Spezia e Toti a “caccia” di dominicani

next