Grande è la confusione sotto il cielo, ma ancor più grande nella Penisola. Come spiegare chi, avendo votato in Parlamento la modifica costituzionale che riduce il numero di deputati e senatori, al referendum si schiera per il No? A quel che pare, i loro principali argomenti sono due: la maggior rappresentatività di un Parlamento più […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Fiducia sul dl Covid: 5Stelle contro proroga dei Servizi

prev
Articolo Successivo

Vaccino Ue, Oxford corre: “Può arrivare a novembre”

next